TACUS

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Benvenuto in TACUS – Arte Integrazione Cultura, Associazione di Promozione Sociale, senza scopo di lucro. TACUS – acronimo di Territorialità, Accessibilità, Cultura, Unione e Solidarietà – è un progetto che nasce dalla profonda convinzione che, come sancito dalla Costituzione italiana all’art. 3, «tutti i cittadini hanno uguale dignità e sono uguali davanti alla legge senza distinzione […], di condizioni personali […]». Convinti che l’accessibilità sia un diritto e una necessità da salvaguardare, difendiamo le disabilità, le identità e l’integrazione; sosteniamo gli ideali di coesione e intercultura; lavoriamo per l’inclusione sociale che vuol dire occuparsi del bene di tutti, perchè crediamo nelle pari opportunità e nell’accessibilità del patrimonio storico culturale del nostro territorio.  

TACUS partecipa ai bisogni sociali attraverso iniziative di carattere socio – educativo, culturale, ricreativo, multi ed inter – culturale, impegnandosi attivamente nell’abbattimento delle barriere architettoniche e socio-culturali presenti nel territorio, in nome di un progetto legato a nuove forme di turismo, accessibile e sostenibile, attraverso la creazione di attività ricreative, itinerari, corsi e laboratori pensati per tutti e mirati particolarmente all’inclusione di soggetti con esigenze speciali.

Il nostro sogno è un territorio accessibile a tutti!

 

 

Lug
5
Ven
2019
Qanat. Visita guidata al Gesuitico Alto @ Qanat - Gesuitico alto
Lug 5@19:00–23:00
Qanat. Visita guidata al Gesuitico Alto @ Qanat - Gesuitico alto

QANAT GESUITICO ALTO

Visita guidata insieme alle guide speleologiche CAI

 

Il Qanat (in arabo: قنات‎ o persiano: كاريز‎, kārīz) è un’enorme opera di ingegneria idraulica costruita sotto la città di Palermo, a partire dal periodo della dominazione araba. I canali, seguendo la conformazione del terreno e la morfologia friabile della roccia, vennero costruiti per portare acqua in superficie, intercettando le falde naturali del terreno. La tecnica di costruzione, di origine persiana, veniva eseguita da particolari professionisti chiamati muqanni. Questo antico sistema di trasporto idrico, usato per l’approvvigionamento di insediamenti umani e per l’irrigazione di campi, si sviluppò dapprima in Persia, poi in Cina, Marocco, penisola Iberica, Sicilia ecc. A Palermo il sito visitabile è denominato “Qanat del Gesuitico Alto” ed è sito nel sottosuolo del quartiere di Altarello, a valle delle sorgenti del Gabriele.

Insieme alle guide speleologiche del CAI Palermo, scopriremo la storia e tutti i segreti di questa straordinaria opera sotterranea. Le date disponibili sono le seguenti:

DATE 2019
Venerdì: 03 maggio  | 21 giugno | 05 luglio | 13 settembre

DURATA
La visita prevede l’attraversamento di parte del cunicolo sotterraneo immerso nell’acqua per l’intero tratto, per una durata di 60 minuti.

TURNI
Saranno previsti 3 turni di visita: ore 19.00 | 20:15 | 21:30

ATTREZZATURA
È consigliabile abbigliamento sportivo, una giacca a vento, calzettoni e cambio completo di intimo, maglia e pantaloni. L’attrezzatura fornita prevede stivali, elmetti e imbracature di sicurezza.

NOTE
Al momento della prenotazione sarà necessario fornire: nome, cognome, luogo e data di nascita. I dati sono necessari ed obbligatori per la procedura assicurativa.

**************************

Il contributo richiesto comprende l’attrezzatura, l’assicurazione e la guida speleologica CAI. L’adesione è solo su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.

 

Lug
21
Dom
2019
Palermo a luci rosse. Eros, vizi, peccati e case chiuse @ Piazza San Domenico
Lug 21@20:30–22:45
Palermo a luci rosse. Eros, vizi, peccati e case chiuse @ Piazza San Domenico

PALERMO A LUCI ROSSE

Tour sul fenomeno della prostituzione tra eros, vizi, peccati e case chiuse

La prostituzione affonda le sue radici in tempi lontanissimi ed è testimoniata presso moltissimi popoli. Attraverso un viaggio storico – antropologico, partendo dal concetto di porneus sacra fino all’entrata in vigore della dibattuta Legge Merlin, analizzeremo il fenomeno della prostituzione. Andremo alla scoperta degli antichi luoghi del proibito e del piacere, tra bordelli e case chiuse, poteri e subalternità sociale, storie di lenoni e celebri prostitute, conturbanti signorine dispensatrici d’amore e illusioni, pratiche amatorie, curiosità, aneddoti e testimonianze. Un percorso, tra le arterie e i vicoli del centro storico, in equilibrio tra leggerezza e riflessione sociale. Un’indagine itinerante sulla condizione femminile, sulle condizioni igienico sanitarie e sui luoghi dell’amore a pagamento, per scoprire la città attraverso la storia del “mestiere più antico del mondo“.

Il raduno dei partecipanti è fissato presso Piazza San Domenico.

Il contributo a sostegno dell’iniziativa è di € 3 per i soci e € 5 per i non tesserati

**************************

Il contributo richiesto va a sostegno delle attività sociali. L’adesione è solo su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.

 

Set
13
Ven
2019
Qanat. Visita guidata al Gesuitico Alto @ Qanat - Gesuitico alto
Set 13@19:00–23:00
Qanat. Visita guidata al Gesuitico Alto @ Qanat - Gesuitico alto

QANAT GESUITICO ALTO

Visita guidata insieme alle guide speleologiche CAI

 

Il Qanat (in arabo: قنات‎ o persiano: كاريز‎, kārīz) è un’enorme opera di ingegneria idraulica costruita sotto la città di Palermo, a partire dal periodo della dominazione araba. I canali, seguendo la conformazione del terreno e la morfologia friabile della roccia, vennero costruiti per portare acqua in superficie, intercettando le falde naturali del terreno. La tecnica di costruzione, di origine persiana, veniva eseguita da particolari professionisti chiamati muqanni. Questo antico sistema di trasporto idrico, usato per l’approvvigionamento di insediamenti umani e per l’irrigazione di campi, si sviluppò dapprima in Persia, poi in Cina, Marocco, penisola Iberica, Sicilia ecc. A Palermo il sito visitabile è denominato “Qanat del Gesuitico Alto” ed è sito nel sottosuolo del quartiere di Altarello, a valle delle sorgenti del Gabriele.

Insieme alle guide speleologiche del CAI Palermo, scopriremo la storia e tutti i segreti di questa straordinaria opera sotterranea. Le date disponibili sono le seguenti:

DATE 2019
Venerdì: 03 maggio  | 21 giugno | 05 luglio | 13 settembre

DURATA
La visita prevede l’attraversamento di parte del cunicolo sotterraneo immerso nell’acqua per l’intero tratto, per una durata di 60 minuti.

TURNI
Saranno previsti 3 turni di visita: ore 19.00 | 20:15 | 21:30

ATTREZZATURA
È consigliabile abbigliamento sportivo, una giacca a vento, calzettoni e cambio completo di intimo, maglia e pantaloni. L’attrezzatura fornita prevede stivali, elmetti e imbracature di sicurezza.

NOTE
Al momento della prenotazione sarà necessario fornire: nome, cognome, luogo e data di nascita. I dati sono necessari ed obbligatori per la procedura assicurativa.

**************************

Il contributo richiesto comprende l’attrezzatura, l’assicurazione e la guida speleologica CAI. L’adesione è solo su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.

 

Set
21
Sab
2019
Jannah: il giardino di Allah. Visita guidata al Genoardo @ Villa Di Napoli
Set 21@10:00–12:00
Jannah: il giardino di Allah. Visita guidata al Genoardo @ Villa Di Napoli

JANNAH: IL GIARDINO DI ALLAH

Visita guidata all’antico Parco del Genoardo

 

Un affascinante viaggio indietro nel tempo nell’antico Parco del Genoardo, tra i suoi gioielli meno noti: la Cubula e Villa Di Napoli. Accompagnati da Manuela Randazzo Guida Turistica Abilitata e da Flavia Corso, presidente dell’associazione Tacus, ripercorreremo le origini e la storia di Villa Di Napoli, edificio di origini normanne, percorreremo i sentieri del giardino fino alla Cubula e termineremo la visita al Palazzo della Cuba, soprannominato “il padiglione di delizie”.

La Cuba – dall’arabo Qubba, “cupola” – è rappresentativa dell’architettura fatimita in Sicilia. Costruita nel 1180, come luogo per il riposo e il sollazzo regio, si trovava all’interno del Parco del Genoardo che comprendeva un circuito di splendidi palazzi della corte normanna ed una serie di chioschietti di cui, ad oggi, ne rimane soltanto uno: la Cubula, situata all’interno del giardino di Villa Di Napoli. La seicentesca Villa Di Napoli, di origine normanna, ingloba i resti della struttura della Cuba soprana, originariamente nota con il nome di “torre Alfaina”, della quale restano visibili tratti di murature e un arco nel fronte orientale della costruzione.

Il raduno dei partecipanti è fissato presso Via Giuseppe Arcoleo, 36.

Il contributo a sostegno dell’iniziativa è di € 8 per i soci e € 10 per i non tesserati (comprensivo di ticket d’ingresso)

**************************

Il contributo richiesto copre il compenso della guida turistica abilitata. L’adesione è solo su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.

 

Nov
3
Dom
2019
In nomine Patris. Visita allo Steri e alle Carceri dell’Inquisizione @ Carceri dello Steri
Nov 3@10:30–12:45
In nomine Patris. Visita allo Steri e alle Carceri dell'Inquisizione @ Carceri dello Steri | Palermo | Sicilia | Italia

IN NOMINA PATRIS

Visita guidata alle carceri dell’Inquisizione spagnola.

Streghe, maghi, incantatori ed, ancora, eretici, miscredenti, infedeli. Una visita guidata alle Carceri del Tribunale dell’Inquisizione e di Palazzo Chiaramonte (detto “Steri”). Conosciuto come “Hosterium”, o semplicemente “Steri”, l’edificio, dall’aspetto di una grande e imponente fortezza militare, è luogo simbolo della città.

Teatro di congiure, cospirazioni e lotte politiche, fu sede, dal 1600 al 1782, del Tribunale e delle carceri della Santa Inquisizione. Un luogo dal fascino tetro dove, ancora oggi, riecheggia la sofferenza dei penitenziati di cui restano, a testimonianza, i disegni, i graffiti e le pitture parietali.

Condotto dagli operatori culturali del sito, partendo dalla Sala delle Armi fino alle celle dei penitenziati, correremo lungo una delle pagine più importanti dell’arte e della storia di Sicilia, un viaggio affascinante lungo sette secoli. A conclusione della visita alle celle visiteremo la Cappella di Sant’Antonio Abate dove è custodito il celebre dipinto “La Vucciria” di Renato Guttuso.

Il raduno dei partecipanti è fissato presso l’ingresso di Palazzo Chiaramonte (Piazza Marina).

Il contributo a sostegno dell’iniziativa è di € 8 per i soci e € 10 per i non tesserati (comprensivo di ticket d’ingresso)

**************************

L’adesione è solo su prenotazione da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.

 

Nov
16
Sab
2019
Jannah: il giardino di Allah. Visita guidata al Genoardo @ Villa Di Napoli
Nov 16@10:00–12:00
Jannah: il giardino di Allah. Visita guidata al Genoardo @ Villa Di Napoli

JANNAH: IL GIARDINO DI ALLAH

Visita guidata all’antico Parco del Genoardo

 

Un affascinante viaggio indietro nel tempo nell’antico Parco del Genoardo, tra i suoi gioielli meno noti: la Cubula e Villa Di Napoli. Accompagnati da Manuela Randazzo Guida Turistica Abilitata e da Flavia Corso, presidente dell’associazione Tacus, ripercorreremo le origini e la storia di Villa Di Napoli, edificio di origini normanne, percorreremo i sentieri del giardino fino alla Cubula e termineremo la visita al Palazzo della Cuba, soprannominato “il padiglione di delizie”.

La Cuba – dall’arabo Qubba, “cupola” – è rappresentativa dell’architettura fatimita in Sicilia. Costruita nel 1180, come luogo per il riposo e il sollazzo regio, si trovava all’interno del Parco del Genoardo che comprendeva un circuito di splendidi palazzi della corte normanna ed una serie di chioschietti di cui, ad oggi, ne rimane soltanto uno: la Cubula, situata all’interno del giardino di Villa Di Napoli. La seicentesca Villa Di Napoli, di origine normanna, ingloba i resti della struttura della Cuba soprana, originariamente nota con il nome di “torre Alfaina”, della quale restano visibili tratti di murature e un arco nel fronte orientale della costruzione.

Il raduno dei partecipanti è fissato presso Via Giuseppe Arcoleo, 36.

Il contributo a sostegno dell’iniziativa è di € 8 per i soci e € 10 per i non tesserati (comprensivo di ticket d’ingresso)

**************************

Il contributo richiesto copre il compenso della guida turistica abilitata. L’adesione è solo su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.

 

Nov
23
Sab
2019
I Florio: la stagione liberty a Palermo @ Villino Florio
Nov 23@10:00–12:30
I Florio: la stagione liberty a Palermo @ Villino Florio | Palermo | Sicilia | Italia

I FLORIO: LA STAGIONE LIBERTY A PALERMO

Visita guidata e racconto al Villino Florio all’Olivuzza

 

L’eleganza dello stile liberty, il fascino senza tempo della Palermo fin de siècle e l’opulenza della potentissima famiglia Florio rivivranno in un viaggio negli anni della Belle Époque palermitana e dei suoi protagonisti, attraverso la visita di uno dei luoghi in cui si è costruita la storia della città, crocevia di un fermento artistico – culturale che la consacra, agli albori del Novecento, come nuova capitale italiana del gusto e della cultura.

Una visita guidata alla scoperta della Belle Époque e della società borghese divenuta protagonista della scena urbana. Un periodo in cui Palermo venne invasa da nuove idee artistiche, architetti e artisti come Ettore De Maria Bergler, Vittorio Ducrot, Giovan Battista Filippo ed Ernesto Basile, che si adoperarono per renderla una delle più affascinanti mete europee. Arti figurative, architettura e arti applicate in stile floreale, o Liberty, invasero Palermo, “gran corte” di famiglie di grandi imprenditori come Florio e Whitaker. Accompagnati da una guida turistica abilitata e dal presidente di TACUS, partendo dal parco scopriremo il Villino Florio all’Olivuzza, con i suoi splendidi decori floreali e, tra letture ed aneddoti curiosi, la storia di una delle famiglie più intraprendenti dell’imprenditoria italiana: i Florio.

 

Il raduno dei partecipanti è fissato presso il Villino Florio all’Olivuzza.

Il contributo a sostegno dell’iniziativa è di € 5 per i soci e € 6 per i non tesserati.

**************************

Il contributo richiesto copre il compenso della guida turistica abilitata. L’adesione è solo su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente al 320.2267975. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, di condizioni meteo avverse, anomalie o imprevisti, lo staff si riserva di annullare/posticipare l’evento. Variazioni ed eventuali modiche saranno comunicate tempestivamente a tutti i partecipanti.